Il Vastese

Il territorio di elezione della Ventricina deve il suo nome a Vasto, il capoluogo naturale di un’ampia zona che si spinge fino all’interno, costeggiando il fiume Trigno che separa l’Abruzzo dal Molise. La cittadina costiera è maestosa, accogliente, dinamica: nella sua parte alta è uno scrigno di bellezze, arte, architettura, nella sua marina è vitalità, sole e mare. Nella zona antica il visitatore si perde tra la cattedrale di San Giuseppe, Santa Maria Maggiore, il castello, piazza Rossetti, i mille vicoli del centro storico, Palazzo d’Avalos e la Loggia Ambligh con la strepitosa vista sul golfo verso il Molise, la devozione per la Sacra Spina; nella marina è tutto un susseguirsi di stabilimenti, ristoranti, locali e passeggiate con il mare a far da compagnia. Un richiamo possente, Vasto, alle popolazioni dell’interno che da sempre vedono nell’antica Hostonium il riferimento indiscusso di un territorio.

L’interno è altra musica: è silenzio, è cultura contadina, è aspra montagna, è religiosità profonda, è sana laboriosità che vive in centri minuscoli ma non per questo meno accoglienti e affascinanti. L’interno è il calore umano di popolazioni abituate a lottare contro l’isolamento. L’interno è un castello, una chiesa preziosa, un palazzo. L’interno è una costellazione di paesi fieri delle proprie origini, delle proprie tradizioni, del proprio vissuto. L’interno è il luogo dove nasce la Ventricina del Vastese.

Scopri i Borghi incantati del Vastese!