Roccaspinalveti

Un moderno borgo antico

Adagiato su una dolce collina di 750 metri di altitudine, a circa tre quarti d’ora da Vasto e dal mare, Roccaspinalveti è un centro accogliente di origine sannitica, come testimoniano alcuni ritrovamenti archeologici. La sua modernità è tutta nella concezione quasi “ideale” del paese completamente ricostruito a fine Ottocento: case che sorgono attorno ad un cardo e ad un decumano, in una zona più a valle rispetto alla collocazione originaria, abbandonata per ragioni climatiche ed economiche, a vantaggio di zone rurali più comode e floride.

Nel paese “nuovo” di grande fascino è la chiesa parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo, che conserva un pregevole organo barocco in legno intagliato e dorato. Passeggiando per il borgo, catturano lo sguardo i palazzi nobiliari in pietra del XIX secolo accanto a vari esempi di architettura contadina e pastorale. Nei dintorni, le numerose contrade che animano la vita del paese.

Di sicuro fascino i resti dell’antico borgo, nella zona denominata non a caso “Roccavecchia”, da dove è possibile osservare un panorama straordinario che spazia dalle Isole Tremiti al promontorio del Gargano, dalla Majella alla vallata del fiume Pescara. Da non perdere, infine, anche la pineta di Colle della Scarpa, a 912 metri di altitudine, per passeggiate e scampagnate all’aria aperta.

Coinvolgenti alcune tradizioni antiche come la processione delle conche, l’11 luglio, in onore del patrono San Pio I, e la festa di Sant’Antonio Abate il 16 gennaio, con le allegre compagnie che cantano stornelli dedicati al protettore degli animali.

 

Informazioni:
www.comuneroccaspinalveti.it

 

A Roccaspinalveti la buona Ventricina la trovi da Ventricina & Dintorni.